March 10, 2008

3.7: Hit-Dice

Diciamocelo, il concetto stesso di Hit-Dice (o Dado Vita) è una porcata pazzesca.
Se per i mostri e i PNG può anche avere un senso, i giocatori rischiano che ci siano tra loro troppe disparità insensate. E' vero, a tutti piace avere un certo grado di diversità tra i vari personaggi e avere guerrieri con lo stesso numero di Hit Points (o punti ferita) al decimo livello lo fa sembrare un gioco di miniature o per PC, ma avere un guerriero che al 10° livello ha 20 punti ferita perchè è stato sfigato coi dadi non fa gola a nessuno.

E allora, perchè non variare la regola?

Innanzitutto voglio togliere il tiro del dado. Perché? Perché tirare un dado in meno, se non ce n'è bisogno, fa sempre bene.

Ho quindi fatto un po' di conti ipotizzando di dare un numero di HP fisso a seconda della classe. Poi ho provato ad incrociare a questi numeri sia il bonus costituzione standard, sia raddoppiato.

Questo è quello che è venuto fuori per le varie tipologie di classe, fino al decimo livello.



Il conto è interessante ed essenzialmente fa quelloche deve.
A questo punto non resta che aggiungere un pizzico di bilanciamento "a occhio" e quello che resta è questa nuova regola.

Ad ogni passaggio di livello i punti ferita guadagnati sono FISSI e dipendenti dalla classe secondo questo schema:

Barbarian: 10
Bard: 6
Binder: 6
Cleric: 8
Druid: 6
Fighter: 10
Monk: 8
Paladin: 10
Ranger: 8
Rogue: 4
Sorcerer: 4
Wizard: 4

No comments:

Post a Comment